Posts contrassegnato dai tag ‘maggioranza paralizzata’

Avere un presidente imputato è una cosa che nessun cittadino vorrebbe, da una parte e dall’altra. La nostra condizione, come italiani intendo, quindi non è delle migliori. Ci sono decine di discussioni, decine di parlamentari pronti a mettere la mano sul fuoco sul fatto che all’estero sia diverso rispetto all’Italia, all’estero un presidente del consiglio non viene messo sotto processo. Se la brucerebbero la mano. All’estero un politico, incastrato per delle telefonate registrate ad una procura per liberare una giovane prostituta, si sarebbe dimesso da tempo. Questo però, per il personaggio, rimane comunque l’ultimo dei motivi per dimettersi. Cose ben più gravi ha commesso.
Facciamo comunque finta che il personaggio non fosse lui, un nuovo arrivo della politica. Cerchiamo di far finta che la cosa non tocchi nessuno di noi conosciuto, per ragionare serenamente. Può un presidente del consiglio instaurare una guerra continua con un altro potere dello stato senza mai portare prove reali? Io dico no. Distruggerebbe lo stato.
Ed infatti, Benvenuti in Italia!
Vi passo un bell’articolo di Gomez.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/04/12/berlusconi-cerca-lincidente/103825/

Annunci

http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/10/25/il-blocco-del-parlamento-un-altro-pezzo-di-stato-repubblicano-che-cade/73518/

Consiglio vivamente la lettura dell’intervista al link che ho riportato. Furio Colombo racconta come e perché il Parlamento è bloccato per 20 giorni.

Questo lo trovo di una gravità senza precedenti. Peggio di tutte le pastette mafiose e la distruzione della giustizia di Berlusconi & soci.